martedì 30 agosto 2011

Pialle in Metallo per Sagomare: Pialle Combinate

A questa categoria appartengono pialle che hanno la capacità di poter effettuare numerose lavorazioni differenti.
La Stanley #50 o la più blasonata Record 050 sono molto simili, capaci non solo di tagliare battute e scanalature (secondo o traverso vena) ma anche di effettuare lavorazioni di beading (modanature a “U”) e dente e canale. 17 lame, un corpo principale con slitta, semislitta ausiliaria e guida parallela sono i componenti principali.
 


La Stanley 45 è senz’altro una delle più famose, capace di effettuare ben 7 lavorazioni differenti, tra cui battute, scanalature, dente e canale.

Dotata di 23 taglienti standard e 26 lame speciali, questa pialla è di solida costruzione. Possiede un corpo principale che sostiene il tagliente e che funge da slitta. Mediante l’uso di due barre cilindriche si inserisce una seconda slitta che insieme alla prima va a costituire una sorta di suola molto stabile che consente l’utilizzo di profili anche un po’ più complessi del semplice tagliente diritto. Inoltre con l’aggiunta di solette ausiliarie e lame dedicate è possibile tagliare modanature semplici. Il terzo componente inserito sulle barre cilindriche è la guida parallela, dotata in alcuni modelli di regolazione fine; essa assicura cha l’attrezzo scorra parallelo al bordo del pezzo in lavorazione e aiuta a tenere la pialla perpendicolare.
Una volta acquisita la padronanza dell’attrezzo (le regolazioni sono un po’ problematiche) risulta una pialla molto efficiente.

Il massimo della complessità si raggiunge con la Stanley #55 detta anche Pialla Universale.



La Stanley 55 possiede ben 52 lame standard e 41 speciali. A differenza della #45 ha due guide laterali, destra e sinistra e una terza slitta ausiliaria (tower) regolabile in altezza. E’ proprio questo accessorio che rende così versatile questa pialla, fornendo tre punti d’appoggio al tagliente e permettendo di lavorare con sicurezza modanature anche complesse (pure utilizzando taglienti ausiliari fabbricati dall’utilizzatore), oltre a tutte le lavorazioni previste dalla #45.
Naturalmente è un oggetto molto ambito dai collezionisti e come tale ad alta quotazione.

Nessun commento:

Posta un commento