martedì 30 agosto 2011

Pialle in Metallo per Spianare: Scrapers

A volte, con legni particolari, la pialla da smoothing non basta a rendere la superficie pronta per la finitura a causa del tear out, soprattutto in presenza di pezzi altamente figurati e dalla venatura contrastante. In questi casi entra in gioco la rasiera che usata con angolo prossimo ai 90° risulta particolarmente efficiente. Se alla rasiera aggiungiamo una suola, un corpo e dei manici ecco che abbiamo la scraper plane.
Famose di Stanley la #80 e la #112.





La prima è simile a una vastringa, con due manici laterali che servono per tirare o spingere l’attrezzo. La seconda è simile ad una pialla da smoothing, con la possibilità di regolare finemente la lama sia in profondità, sia per darle una curvatura lungo l’asse longitudinale, cosa che ne favorisce l’azione.


2 commenti:

  1. Buongiorno Giuliano, prima di tutto grazie per la mole di informazioni che riesco a carpire dai tuoi scritti.
    Trovo la rasiera uno strumento fantastico nella sua semplicità; ho quindi pensato di acquistare una record 080, pagata poco su ebay.
    Pensavo di trovare, come dici tu, una rasiera con una suola, un corpo e dei manici, invece ho trovato una lama con un bevel di circa 45°. E' giusto così o si tratta di una modifica del vecchio proprietario? Se è giusta l'affilatura in che verso va usata?
    Grazie ancora, Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bevel a 45 gradi è corretto. E' una opzione per ottenere un taglio più aggressivo. Il rovescio della medaglia è che la lama si può usare da un solo lato. La lama va montata come nelle pialle bevel down, con lo smusso rivolto verso il basso, in questo caso all'indietro visto che la lama ha una inclinazione in avanti.
      Ciao
      Giuliano

      Elimina