lunedì 1 agosto 2011

Spianatura

Una volta che il pezzo è stato sgrossato con lo sbozzino, entra in scena la jack plane, una pialla di medie dimensioni (30-40 cm), adatta a rendere la superficie abbastanza diritta e un po’ più liscia.
La jack metallica per antonomasia è la #5, ma anche la #5 ½ e la #6, se abbiamo a che fare con una tavola lunga, possono essere usate a tale scopo. La Jack in legno è lunga tipicamente 17 pollici (ca. 43 cm).



Uno degli  errori più frequenti del principiante è quello di produrre una superficie che alle due estremità presenta una piallatura più marcata, a scapito della planarità del pezzo.



Questo errore è dovuto ad una erronea azione di piallatura. Per ottenere una piallatura uniforme è necessario che, all’inizio del pezzo,  la forza venga applicata sull’attrezzo in proporzione maggiore sulla parte anteriore della pialla. 



Durante l’azione la forza applicata si distribuisce quindi all’intero attrezzo. Infine la spinta verso il basso si concentra  soprattutto sul manico posteriore all’uscita del pezzo. Se il pezzo è molto largo conviene piallare diagonalmente per assicurare una maggiore planarità.
Il lavoro può essere controllato piazzando due listelli diritti (anche due livelle uguali) trasversalmente rispetto al pezzo, alle due estremità dello stesso e traguardando da una delle estremità per controllare se i due listelli risultano in linea. Il controllo deve essere ripetuto spostando (freccia) uno dei listelli in posizioni intermedie. Se non sono in linea (disegno a destra) è abbastanza facile capire dove dover agire di pialla per riportare il pezzo alla planarità.








Il tagliente di una lama per jack plane ha solitamente un profilo leggermente arrotondato verso le  estremità,  la qual cosa favorisce l’asportazione di trucioli lunghi e corposi, consentendo un rapido completamento del lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento